Nadia Boccacci e “L’uomo che regolava i conti”

La scrittrice Nadia Boccacci recensisce L’uomo che regolava i conti, Les Flâneurs Edizioni:

L’affascinante Amedeo Gastaldi vi attende a un anno di distanza, dopo l’incarcerazione per l’omicidio della vicina di casa.
Enigmatico e apparentemente cinico, lo scrittore maledetto svela se stesso con gradualità, quasi a intermittenza, mettendo in luce tratti della sua interiorità. Il suo rapporto speciale con la sorella, la malinconia per un amore perduto, il bisogno malcelato di un sentimento importante, sono solo alcuni tratti della sua variegata personalità.

Scritto con un linguaggio ricco e sofisticato, preciso e dettagliato senza mai essere noioso, questo romanzo non aspetta altro che essere letto.
Personalmente sono affascinata dal talento di Mariana Fujerof che ammalia e cattura il lettore con la sua prosa armoniosa e melodica e le sue trame accattivanti.
Non lasciartelo sfuggire!

Fotografia di Nadia Boccacci, autrice di:

Uno sguardo perso nel vuoto, In viaggio con te, I colori che ho dentro, Non posso non guardarti negli occhi, Ali di farfalla, Tanti piccoli principi.

 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *