Una storia dura, controversa, ma descritta con una delicatezza unica…

Splendido romanzo ambientato nei primi anni del ‘900. Affascina la descrizione di una Torino signorile e di una Vienna magica avvolta dalla neve, di una grande casa che diventa rifugio dal mondo ma anche prigione. La protagonista, a cui non si fa mai riferimento con il nome proprio, quasi a simboleggiare una figura che non riesce a trovare una sua personale identità da imporre al resto del mondo, è lacerata internamente dall’amore per due uomini completamente diversi: un fratello che la nasconde al mondo con morbose attenzioni e un giovane reduce di guerra che si accontenta ad amarla teneramente senza poterle dare certezza del futuro. La storia è dura, controversa, ma descritta con una delicatezza unica, un lessico morbido e forbito che fa da contrappunto alla violenza psicologica cui la protagonista è sottoposta. Un libro che ho divorato e adorato sotto molti aspetti e che mi sento di consigliare a tutti coloro che desiderano una storia dai tratti molto realistici su cui riflettere.

Francesca, una lettrice, su Il Veleno nell’Anima (www.ibs.it)

copertina

 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *